Il Bagno di Gong: un viaggio interiore

“Non pensare a nulla, chiudi gli occhi, rilassati e sogna di guardare fuori dal finestrino le immagini che scorrono liberamente davanti a te”

Siediti comodo e goditi il viaggio.

Ieri sera un’amica mi ha invitato a un evento di meditazione e rilassamento. Non ti nego che ero un po’ scettica a partecipare a questa iniziativa perché sono la persona più iperattiva del mondo, ho sempre un milione di pensieri e di cose da fare. Credevo di non riuscire a rilassarmi e a lasciarmi andare fino in fondo.
Contro ogni mia aspettativa è stata una serata magica, quasi surreale: un’ora e mezza di introspezione.

candle-335965_1920

Due bravissimi maestri, con delle voci sottili ma penetranti, mi hanno guidato in questo viaggio. Sono stata trasportata da vibrazioni armoniche di antichissimi strumenti come il Gong e le Campane Tibetane che hanno il potere di penetrare fino al centro dell’essere umano, scuotendolo, liberandolo da ogni limite.

La sensazione che ancora oggi mi ricordo è particolare: ho provato un senso di liberà a confine tra sonno, veglia e sogno. Non dovevo pensare a nulla, i pensieri scorrevano liberi, non sentivo la necessità di doverli affrontare.

Sono arrivata al punto dove la mente interrompe il suo chiacchiericcio. La vibrazione e il rumore quasi assordante del Gong mi cullava nella profondità del mio corpo.

gong e campane tibetane

Mi sento rinata e ancora oggi ne porto il beneficio, mi sembra quasi di sognare. Un’esperienza unica che ti consiglio di provare.
Grazie Antakarana per avermi regalato queste emozioni, non vedo l’ora di tuffarmi nel prossimo Bagno di Gong.

Elena

bagno di gong

senso di libertà                                                                                  Il mio senso di libertà

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *