Quanti di voi vorrebbero partire per un viaggio a sorpresa? Un viaggio così misterioso da non conoscerne nemmeno la destinazione? Noi si, vorremo provare l’emozione di scartare il regalo in aeroporto e leggere la meta del nostro viaggio solo poche ore prima del decollo come fanno i clienti Onivà. 

Onivà Mystery Tour è l’idea vincente di Francesca D’Urbano, titolare di un’agenzia viaggi unica nel suo genere: la Onivà Viaggi Fatti a Mano. Agenzia che si è fatta conoscere anche grazie ai ai loro clienti che fanno un video in aeroporto mentre scartano la busta con all’interno i biglietti aerei che svelano la destinazione del loro viaggio.  Oggi intervistiamo proprio Francesca che, insieme al suo team, progetta viaggi con un’attenzione e un amore unico per i dettagli. Proprio in piena pandemia Francesca ha trovato il modo di farci viaggiare restando in cucina con gli Onivà Cuisine Kit. Un’altra delle sue idee geniali, mettetevi comodi che Francesca nell’intervista ci racconta anche di questa novità. Buona lettura

Francesa titolare Onivà viaggi

Ciao Francesca, sei la titolare del fantastico team di Onivà Fatti a Mano, ti va di raccontarci la tua storia?

Dal punto di vista strettamente personale, Onivà – Viaggi Fatti a Mano coincide con gli ultimi 4 anni della mia vita. Provando a essere molto sintetica posso dire che nasce da un radicale cambiamento nella mia vita personale e, soprattutto, professionale. Da quando ha mosso i primi passi fino a oggi, diciamo fino all’inizio della pandemia, Onivà è cresciuta in modo costante sia al suo interno, dandosi una struttura sempre più solida, che all’esterno, nella risposta dei viaggiatori, sempre più numerosa e coinvolta. 

Com’è nata l’idea degli Onivà Mystery Tour? I viaggi con destinazione a sorpresa che organizzate per i vostri clienti. Ci parli di questi fantastici viaggi misteriosi?

Come molte delle idee alla base di Onivà, nascono da un mio personale desiderio. Sono una grande amante delle sorprese, mi piace farle e mi piace riceverle. Ho pensato che uno dei motivi che mi fa amare di più il viaggio è proprio il fascino dell’ignoto e che sarebbe stato bello portare questo aspetto un po’ all’estremo, in un gioco che richiede la grande complicità di chi parte.

La risposta dei nostri Viaggiatori ci ha sorpreso a sua volta: da subito ci hanno inviato i loro video del momento in cui scartavano la busta con la destinazione misteriosa, in aeroporto a poche ore dal decollo.

Per spiegargli in breve, funziona tutto come un normale viaggio Onivà, solo che la destinazione è segreta fino all’ultimo momento utile. Per andare sul sicuro, chiediamo a chi parte di indicarci un complice (di solito un caro amico o un parente) che ci aiuti a scegliere la destinazione giusta. I viaggiatori ricevono una email una settimana prima della partenza con qualche indicazione su cosa mettere in valigia.

guida viaggi Onivà in Nepal

Quali sono le domande più frequenti e i dubbi dei viaggiatori che scelgono i Mystery Tour? Noi sicuramente vorremmo sapere cosa mettere in valigia, troppo scontato?

Devo dire che chi sceglie il Mystery Toursi affida completamente a noi e, come ti dicevo, tutte le informazioni indispensabili (abbigliamento, documenti necessari, clima previsto all’arrivo, ecc.) sono inviate con 7 giorni di anticipo. 

Quindi il bello è proprio questo gioco a cui tutti partecipano con trasporto, in assoluta fiducia.

Molti viaggiatori hanno conosciuto la vostra agenzia viaggi sui social, quali canali utilizzate per farvi conoscere? E come curate la vostra immagine online?

Usiamo principalmente FacebookInstagram, con qualche saltuaria capatina nei media tradizionali, quando capita e pensiamo che il gioco valga effettivamente la candela.

Pensiamo che nella presenza online (come in quella offline a essere onesti) vada instaurato un rapporto trasparente e onesto con chi abbiamo davanti, solo così si costruisce quella fiducia che spinge una persona a partire con noi e allo stesso tempo condividere con tutti i Viaggiatori Onivà le proprie foto e i propri racconti di viaggio.

In questo senso siamo sempre attente al mondo che ci circonda ma non andiamo nemmeno appresso agli argomenti trending o alle notizie del giorno. Chi ci segue, anche senza avere la minima intenzione di partire con noi, sa bene che tipo di comunicazione e argomenti trova sulle nostre pagine: parliamo di viaggi e dell’amore che ci mettiamo a progettarli e a realizzarli. Questo è il senso della nostra presenza sui social. Poi, se questo spinge qualcuno a partire con Onivà, siamo più che contente.

guida onivà giappone

Qual è il tuo posto nel mondo?

Normalmente trovare una risposta a questa domanda sarebbe “a bordo di un aereo, un treno, un’automobile, un traghetto o qualsiasi cosa mi porti in qualche posto che non ho ancora visto”.

Adesso la mia risposta, per forza di cose, è “a casa con la mia famiglia”.

A volessere un po’ poetiche e per vincere la chiusura della quarantena, potrei dire che le due cose non si escludono, perché quando viaggio con la mia famiglia è proprio il momento in cui mi sento più “a casa”, nel posto giusto al momento giusto.

scatole con all'interno kit onivà cuisine

Come vedi la ripresa del turismo dopo questa emergenza sanitaria che ha colpito il mondo intero?

La verità è che ancora oggi nessuno lo sa bene e questa è un’altra cosa su cui siamo state molto oneste con chi ci segue. Non abbiamo mai manifestato dell’ottimismo a ogni costo, nè ignorato la dura realtà. Allo stesso tempo non ci siamo lasciate andare, abbiamo continuato a immaginare e raccontare viaggi passati e futuri e, soprattutto, pensare a un modo per trovare una opportunità nella crisi.

Così è nato l’Onivà Cuisine Kit, un modo per portare un pezzettino di mondo nelle case di chi vorrebbe partire e non può farlo. 

Nel dettaglio, per cominciare abbiamo pensato 3 destinazioni (Medio Oriente, Thailandia e Messico) a cui corrispondono 6 ricette (1 basic e 1 deluxe per ogni destinazione). Dal Pad Thai ai Tacos ai felafel, inviamo a casa in una box gli ingredienti chiave per la realizzazione del piatto, con tanto di ricetta e gadget Onivà. Anche in questo progetto mettiamo un’attenzione maniacale ai dettagli. 

Per l’occasione, poi, possiamo avvalerci di un partner di eccezione come Castroni Cola di Rienzo. Chi è di Roma sa bene come questo nome sia una garanzia quando si parla di gastronomia di qualità da ogni angolo del mondo.

Grazie Francesca e buona fortuna per tutto, siete bravissimi.

Erica & Elena 

Leave a comment

apasseggiodentroilmondo.it © 2020. All Rights Reserved. – Privacy Policy –  Cookie Policy