Aspettando il sole…il clima nel Mondo

Giovedì inizio una nuova avventura, una collaborazione speciale con un agenzia viaggi di Roma, ebbene si, ricomincio seriamente! Mi occuperò prevalentemente di viaggi di nozze, che io adoro! E’ il viaggio dei sogni, il viaggio dei viaggi, il più importante e quindi dev’essere il viaggio perfetto, costruito e “cucito” su misura. Non sono ammessi errori in generale, ma soprattutto non sono ammesse valutazioni climatiche errate che possono compromettere la perfetta riuscita del viaggio. E’ sempre più difficile parlare di clima perfetto, infatti è facile essere smentiti. Pensate, per esempio, a quest’ estate 2014 così anomala con le sue piogge e le temperature quasi autunnali. Come dice mia nonna “al tempo non si comanda” quindi non si può prevedere tutto. Ci possono essere alcune eccezioni come eventi atmosferici particolari, ma il vento, i monsoni e gli uragani arrivano puntuali ogni anno ed è per questo che esistono situazioni climatiche proprie di ciascun continente, diverse l’una dall’altra. Ho il piacere di condividere con voi le distinzioni climatiche continente per continente. In questo modo io ripasso la materia e voi scegliete la destinazione per il vostro prossimo viaggio.

Xoxo Erica

Un uragano in lontananza

Un Uragano in lontananza

Di seguito vi propongo il calendario climatico con l’ elenco dei luoghi ideali e a seguire alcune dettagliate considerazioni climatiche per le località turistiche più affascinanti e rinomante.

DOVE SI PUO’ ANDARE A…

GENNAIO: Costa Rica – Brasile – Argentina – Filippine – Hawaii – Hong Kong – Isole Caraibiche – Malaysia – Maldive – Singapore – India – Sri Lanka – Vietnam (sud) – Cambogia – Thailandia – Kenya – Zanzibar.

FEBBRAIO: Costa Rica – Argentina – Brasile – Filippine – Hawaii – Hong Kong – Isole Caraibiche – Malaysia – Maldive – Singapore – Sri Lanka – India – Vietnam (sud) – Cambogia – Laos – Thailandia – Kenya- Zanzibar.

MARZO: Costa Rica – Argentina – Brasile – Hawaii – Hong Kong – Isole Caraibiche – Malaysia – Singapore – Sri Lanka – Vietnam (nord) – Cambogia – Laos – Thailandia – Kenya- Zanzibar.

APRILE: Australia – Egitto ( Mar Rosso) – Hawaii – Bermuda – Hong Kong – Maldive – Madagascar -Turchia (Istanbul e Cappadocia)- Vietnam (nord) – Giappone

MAGGIO: Australia – Egitto ( Mar Rosso) – Fiji – Hawaii – Hong Kong – Mauritius – Madagascar Polinesia – Seychelles – Namibia – Stati Uniti – Bermuda – Turchia (Istanbul e Cappadocia) -Vietnam (nord) – Giappone

GIUGNO: Australia – Indonesia – Egitto ( Mar Rosso) – Europa del nord – Scandinavia – Fiji – Hawaii – Isole del mediterraneo – Turchia (Istanbul e costa mediterranea) – Italia (mare) – Malaysia-Vietnam (nord)- Mauritius – Seychelles – Namibia – Madagascar -Polinesia – Spagna – Stati Uniti – Giappone.

LUGLIO: Indonesia – Egitto ( Mar Rosso) – Europa del nord – Scandinavia – Fiji – Hawaii – Isole del mediterraneo – Turchia (Istanbul e costa mediterranea) – Italia (mare) – Malaysia – Maldive – Namibia – Seychelles – Madagascar – Polinesia – Spagna – Stati Uniti – Kenya- Zanzibar.

AGOSTO: Indonesia – Scandinavia – Fiji – Hawaii – Isole del mediterraneo – Turchia (Istanbul e costa mediterranea) – Italia (mare) – Malaysia – Seychelles – Madagascar – Namibia – Polinesia – Spagna – Stati Uniti.

SETTEMBRE: Australia – Indonesia – Egitto (Mar Rosso) – Europa del nord – Scandinavia – Fiji – Hawaii – Isole del mediterraneo – Turchia (Istanbul e costa mediterranea) – Italia (mare) – Malaysia – – Polinesia – Seychelles – Sud Africa – Namibia – Madagascar – Spagna – Stati Uniti.

OTTOBRE: Australia – Indonesia – Brasile – Egitto ( Mar Rosso) – Fiji – Filippine Hawaii – Hong kong – Egitto ( Mar Rosso) -Turchia (Istanbul e Cappadocia) – Mauritius – Polinesia – Seychelles – Sud Africa – Namibia -Thailandia -Laos- Stati Uniti.

NOVEMBRE: Australia – Brasile – Egitto ( Mar Rosso) – Filippine – Fiji – Hawaii – Hong kong – India – Maldive – Vietnam – Cambogia – Laos – Thailandia – Malaysia occ. – Mauritius – Sudafrica.

DICEMBRE: Australia – Brasile – Filippine – Maldive – Isole caraibiche – Kenya – Zanzibar- Malaysia – India – Sri Lanka – Sudafrica – Vietnam (sud) – Cambogia – Thailandia.

IL CLIMA PERFETTO PER OGNI DESTINAZIONE:

ZANZIBAR: clima ideale è da novembre a marzo. Possiamo suddividere il clima di Zanzibar in 4 parti: da marzo a maggio è la stagione delle grandi piogge, detta “Masika”; da ottobre a novembre è la stagione delle piccole piogge, detta “Vuli”;da giugno ad ottobre è la stagione secca, da novembre a marzo è la stagione calda.

KENYA: da novembre a febbraio e da luglio a settembre. In Kenya le precipitazioni sono l’elemento più importante che differenzia il clima dalle varie regioni: di solito sulla linea dell’equatore si hanno piogge quotidiane per tutto l’anno, il resto del territorio invece è piuttosto povero di piogge, con periodi di siccità molto prolungati. Le piogge sono comunque concentrate in due periodi dell’anno: da marzo a maggio le grandi piogge, mentre da ottobre a dicembre le piogge sono intense ma brevi(piccole piogge).

SUD AFRICA: settembre e ottobre. Il Sud Africa si trova nell’emisfero australe e pertanto le stagioni sono invertite rispetto alle nostre. E’ difficile trovare un periodo migliore per un viaggio in Sudafrica dal momento che ci sono climi diversi tra loro. Un periodo che rappresenta un buon compromesso tra le varie zone è la primavera, a settembre e ottobre: si potranno evitare così il freddo invernale delle montagne e degli altipiani, il caldo estivo delle zone interne e le piogge estive del settore orientale, e i cicloni tropicali che possono interessare le zone orientali in estate e autunno. Volendo andare quando in Europa è estate, ad esempio a luglio e agosto, si dovrà mettere in conto un po’ di freddo notturno nei parchi più settentrionali, che però di giorno sono miti e soleggiati, un freddo a volte intenso negli altipiani soprattutto del centro-sud, delle piogge nella zona di Città del Capo e del vento lungo la costa meridionale, ma tutto sommato anche l’inverno australe è un periodo accettabile.

NAMIBIA: Il periodo più indicato per un viaggio va da maggio ad ottobre, quando le piogge sono virtualmente assenti e gli alisei di sudest rendono l’aria fresca e piacevole. Di giorno le temperature non superano mai i 25°C, ma di notte possono sfiorare lo zero, soprattutto sugli altopiani dove la quota è compresa tra 1.200 e 1.500 metri; e considerando che gli altopiani centrali occupano buona parte del paese, è opportuno mettere in valigia un abbigliamento adeguato.

SHEYCHELLES: da maggio a settembre. Il clima alle Seychelles e’ invidiabile, sempre caldo, senza estremi.  In questo paradiso la temperatura raramente scende al di sotto di 24°C o sale al di sopra dei 32°C. Il periodo meno afoso, più secco e più soleggiato alle Seychelles corrisponde al periodo degli alisei di sud-est, da maggio a settembre, e in particolare da giugno ad agosto; tuttavia in questo periodo il vento può essere moderato e rendere il mare mosso. Il vento raggiunge la massima intensità a luglio e agosto. In questo periodo saranno dunque preferibili le spiagge esposte a nord-ovest (ad esempio la spiaggia di Beau Vallon a Mahé). Il periodo da marzo a maggio è il più caldo dell’anno, sia pur di poco, e presenta il rischio di qualche forte temporale ma soprattutto del passaggio dei cicloni, che però non interessano che marginalmente le isole principali del nord; il mese di ottobre, prima della stagione delle piogge, è anch’esso esposto a forti rovesci, ma almeno è al di fuori della stagione dei cicloni. I mesi peggiori sono sicuramente dicembre e gennaio, essendo i più afosi e piovosi e anche i meno soleggiati, anche se per la verità possono benissimo regalare molte ore di sole.

MAURITIUS: A gennaio e febbraio meglio la costa est, meno piovosa, temperature alte con molta umidità. Da maggio ad ottobre meglio la costa ovest, scende la temperatura ma anche l’umidità. I periodi migliori per visitare l’isola sono la seconda metà di maggio e il mese di ottobre. Da giugno ad agosto, cioè nell’inverno australe, può fare un po’ fresco.

MADAGASCAR: Il periodo ideale per visitare il paese va da aprile a novembre; in questa stagione le temperature variano tra i 18-24°C durante il giorno sugli altopiani (durante la notte qui possono scendere fino a 10°C) e i 25-33°C sulle coste. A Nosy Be la stagione delle piogge va da Gennaio a marzo. Sull’isola di St Marie le piogge sono soprattutto tra Maggio e Agosto. Durante la stagione delle piogge alcune strade risultano impraticabili ed è impossibile visitare alcuni parchi

MALDIVE: Il periodo migliore per visitare le Maldive va da gennaio a metà aprile, dal momento che è il meno piovoso e il più soleggiato. Anche in questo periodo comunque sono possibili alcuni rovesci e temporali pomeridiani, soprattutto nelle isole più meridionali. Il clima delle Maldive è di carattere monsonico. Il monsone secco s’instaura da dicembre ad aprile ed è caratterizzato da piogge deboli e poco frequenti. Il monsone umido, da maggio a novembre, porta piogge torrenziali più frequenti che possono durare alcune ore e talvolta giorni interi.
Se si vuole viaggiare in estate, si possono scegliere le isole più meridionali, che sono meno esposte al monsone di sud-ovest e dunque sono meno ventose e più soleggiate, e inoltre sono al riparo dai cicloni tropicali.

SRI LANKA: I periodi migliori per visitare lo Sri Lanka sono le stagioni più secche che vanno: da dicembre a marzo sulla costa occidentale, su quella meridionale e nella regione collinare da maggio a settembre sulla costa orientale. Clima tropicale monsonico, caldo umido. La stagione monsonica delle piogge va da maggio a settembre nelle regioni sud-occidentali e, da novembre ad aprile in quelle nord-orientali. Tuttavia, anche nei periodi non monsonici possono verificarsi frequenti acquazzoni.

INDIA: In India sono presenti diversi tipi di clima, per cui è difficile trovare un periodo unico che sia il migliore per tutto il Paese. Comunque, il periodo migliore per visitare la gran parte dell’India a livello di pianura e collina, va da metà novembre a febbraio. Sulle coste sud-orientali e nelle isole meridionali le piogge continuano fino a dicembre, per cui si può andare a gennaio e febbraio. Marzo è ancora un mese secco, ma comincia ad essere caldo, con punte che nel corso del mese possono superare i 35 gradi al sud.
Se si può viaggiare solo in estate, si può scegliere il nord-ovest. Nel Rajastan il monsone è meno intenso, si troverà caldo afoso e qualche rovescio di pioggia, in genere non abbondante. Anche le montagne del Jammu e Kashmir possono essere visitate in estate. Ben diversa la situazione sulla parte orientale dell’Himalaya, che viene colpita in pieno dal monsone estivo.

THAILANDIA: il periodo migliore per visitare la Thailandia va da dicembre a metà febbraio nella parte continentale e a Bangkok, da dicembre a marzo nel tratto costiero sud-occidentale (Phuket), e da fine gennaio ad aprile nelle coste meridionali del Golfo di Thailandia, tenendo presente che comunque marzo e aprile sono mesi molto caldi. A ko Samui si può’ andare anche durante la nostra estate perché comunque piove poco.

GIAPPONE: Freddo, caldo, piogge e tifoni caratterizzano il clima delle diverse zone del Giappone, per cui è difficile trovare un periodo che sia ottimo ovunque. Il periodo migliore per visitare il Giappone è comunque la primavera, da aprile all’inizio di giugno; si può scegliere in particolare il mese di maggio, oppure seguire la fioritura dei ciliegi che varia da zona a zona.

STATI UNITI: E’ difficile trovare un periodo unico che sia il migliore per tutto il Paese. In generale comunque, essendo il clima della gran parte degli Stati Uniti freddo in inverno e caldo in estate, si possono scegliere le stagioni intermedie. Va detto però che in primavera sono possibili i tornado nelle zone interne del centro-est, e in autunno gli uragani nella zona più meridionale.

La costa occidentale, comprese Seattle e San Francisco, essendo mite può essere visitata da maggio a settembre. La costa sud della California e Los Angeles possono essere visitati tutto l’anno, ma è preferibile la primavera, da marzo a maggio. In questo modo ci si può inoltrare verso l’interno senza temere il caldo (ma nei deserti già maggio può essere molto caldo), oppure verso i parchi della Sierra Nevada senza temere il freddo invernale.
La Valle della Morte può essere visitata da novembre a marzo, il periodo migliore è tra febbraio e marzo (si riduce il rischio del freddo notturno). Questo periodo vale in generale per le zone desertiche calde.
Il Grand Canyon, per evitare il caldo estivo nella parte bassa e il freddo della parte alta, può essere visitato ad aprile e ad ottobre. Le zone di alta montagna delle Montagne Rocciose, compreso il parco di Yellowstone, possono essere visitate in estate, da giugno ad agosto.
New York può essere visitata a maggio e da metà settembre a metà ottobre; quest’ultimo è in genere un periodo mite e tranquillo. In inverno si rischiano il freddo e le tempeste di neve; in estate il gran caldo e i temporali; in primavera il tempo instabile.
L’autunno va bene anche per tutto il nord, il nord-est, ma anche per gli altipiani della zona occidentale, tenendo presente che di notte può fare già freddo. Anche maggio è un buon mese per queste zone.
Miami, le Everglades e il sud della Florida possono essere visitati da dicembre ad aprile, ma se si vuole fare vita da spiaggia evitando il rischio delle rare ma non impossibili ondate di freddo o di fresco, si possono scegliere il periodo metà marzo-fine aprile.

BERMUDA: Le Bermuda si possono visitare tutto l’anno tuttavia il periodo che va da aprile ad ottobre è quello più adatto. Il clima è più caldo e la temperatura dell’acqua è ideale sia per il nuoto che per le immersioni. Le Bermuda hanno un clima subtropicale, senza una stagione delle piogge. La corrente del Golfo, che passa tra le Bermuda e il continente nord-americano mantiene il clima temperato.

HAWAII:Le Isole Hawaii, con il loro clima mite, sono una meta che si può visitare durante tutto l’arco dell’anno, con una maggiore preferenza per la stagione più secca (quella che va da aprile a ottobre), in cui le piogge sono meno frequenti.
Le temperature medie differiscono di poco tra inverno ed estate. Il periodo più caldo va da giugno a ottobre, mentre i mesi più piovosi sono quelli da dicembre a marzo, ma né le temperature né le precipitazioni sono mai eccessive.

POLINESIA: Il periodo migliore per visitare le Isole della Società (Tahiti, Bora-Bora) e le Tuamotu va da maggio a settembre, mentre per il Isole Marchesi va da agosto a novembre.
Il clima in Polinesia è complessivamente mite, rinfrescato dalla costante presenza degli Alisei del Pacifico.
La temperatura media atmosferica è di circa 27°C, mentre l’acqua delle lagune è stabile intorno ai 26°C. Le isole dell’estremo sud godono di un clima più fresco, essendo distanti dall’equatore.
FIJI: Il periodo migliore per visitare le Figi va da metà maggio ad ottobre: è il più secco, fresco e soleggiato, soprattutto nei versanti settentrionali delle isole principali, che conviene scegliere anche perché sono più riparati dal vento. Per fare i bagni, il mare è caldo tutto l’anno, raggiungendo i 24 gradi ad agosto, e i 28 a gennaio e febbraio.

AUSTRALIA: Nonostante vi siano differenze climatiche tra le varie regioni australiane, il continente non presenta variazioni di clima estreme. Al nord il clima è tropicale, al sud è temperato; nel 40% del territorio del paese si alternano una stagione calda e umida e una stagione calda e secca. Le stagioni sono opposte rispetto all’Europa, siamo infatti nell’emisfero australe: l’estate inizia così a dicembre, l’autunno a  marzo,  l’inverno a giugno e la primavera a settembre, anche se salendo verso la parte più a nord si possono riscontrare solo 2 differenti periodi caratterizzati o da caldo umido o da caldo secco.

INDONESIA:Il periodo migliore per visitare gran parte dell’Indonesia va da maggio ad ottobre. Da ottobre ad aprile è la stagione delle piogge caratterizzata da improvvisi scrosci tropicali; in alcune zone piove invece quasi senza interruzione (Maluku) e viaggiare può diventare più problematico.

CARAIBI:

CUBA: il clima è tropicale, con una stagione secca e relativamente fresca, da fine novembre a metà aprile, e una stagione piovosa, calda e umida, da fine aprile a inizio novembre. In teoria Cuba può essere visitata tutto l’anno, però nel periodo maggio-ottobre il caldo afoso non invita alle escursioni. Durante la stagione delle piogge il sole non manca, ma i temporali pomeridiani possono essere fastidiosi, anche se il pericolo maggiore viene naturalmente dagli uragani (solitamente settembre e ottobre)

SANTO DOMINGO: Il periodo migliore per visitare Santo Domingo va da dicembre a metà aprile, essendo il meno caldo e il meno piovoso. L’estate è afosa e presenta il maggior rischio di piogge, ma se non fosse per il rischio degli uragani, che comunque non si verificano tutti gli anni, sarebbe tutto sommato accettabile anche l’estate.

JAMAICA: Il periodo migliore per visitare la Giamaica va da dicembre ad aprile. Infatti è il periodo in cui le piogge sono più scarse, e l’aria è meno calda. I mesi meno piovosi in assoluto sono febbraio e marzo. In estate, e in generale durante la stagione delle piogge, il caldo è afoso e fastidioso; peraltro a Kingston e sulla costa meridionale a luglio in genere non piove molto, quindi se si vuole scegliere l’estate, è preferibile luglio. Da giugno a novembre però bisogna mettere in conto, come già detto, il rischio rappresentato dagli uragani.

BAHAMAS: il periodo migliore per visitare le Bahamas è la stagione secca, da fine novembre a metà aprile, anche se il clima mite rende possibile la visita all’arcipelago in ogni periodo dell’anno. Durante l’estate il pericolo maggiore viene dagli uragani.

ISOLE VERGINI E ALTRE ISOLE DEI CARAIBI: il clima è caldo tutto l’anno, quindi si prestano alla vita da spiaggia in tutte le stagioni. Il periodo migliore per visitare i Caraibi va dicembre ad aprile, essendo quello dal clima meno piovoso e meno caldo; in particolare, si distingue il periodo febbraio-aprile, che è in assoluto il meno piovoso.

MESSICO: Il periodo migliore per visitare il Messico va da ottobre a maggio, perché il clima è abbastanza asciutto. Il clima in Messico varia da regione a regione ed è articolato in due sole stagioni: da aprile a ottobre la stagione delle piogge con temperature, umidità e precipitazioni elevate, in particolare da giugno a settembre; da novembre a marzo la stagione secca con temperature più miti, clima secco e scarse precipitazioni.

PERU’: Non è possibile trovare un solo periodo in cui l’intero Perù offra il suo aspetto migliore, perché il periodo migliore nelle zone andine e nell’Amazzonia è quello dell’inverno australe (da giugno ad agosto), mentre lungo la costa questo periodo è fresco, nuvoloso e nebbioso. Per avere un po’ di caldo e soprattutto il sole, lungo la costa e a Lima il periodo migliore va da dicembre ad aprile

ARGENTINA: Non è possibile trovare un unico periodo che sia il migliore per visitare tutta l’Argentina, ma visto che per visitare l’estremo sud è praticamente necessario scegliere l’estate australe, da dicembre a marzo, si può scegliere questo periodo tenendo presente che al nord farà molto caldo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *