Cambiare vita si può: da Roma alle Maldive

Almeno una volta nella vita ognuno di noi ha detto voglio lasciare tutto, cambiare città e vivere in un isola deserta dove l’unico pensiero della giornata è mettere il costume, prendere il sole e tuffarsi in un mare cristallino!

“Tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare” è vero, ma nulla è impossibile! Sicuramente con molti sacrifici, delle rinunce, tanto tempo a disposizione e soldi si può cambiare!

Questo è proprio quello che è successo a due miei amici virtuali Francesco e Giacomo, che da Roma, città frenetica, piena di cemento, smog, rumore e trafficco si sono trasferiti in uno dei posti al mondo più silenziosi e rilassanti, dove la vita scorre così lentamente che non ci si può stressare!

Per molti sicuramente il paradiso terreste per eccellenza: le Maldive!

Francesco e Giacomo hanno cominciato la loro nuova vita sull’Atollo di Thulusdhoo, costruendo per loro e per i turisti la meravigliosa Guest House Samura Maldives!

spiaggia maldive

 

foto guest house

Li ho conosciuti, per ora solo virtualmente, “smanettando”su Facebook e incuriosita dalla loro storia gli ho chiesto l’amicizia. Dopo qualche scambio di messaggi e foto del loro paradiso, ho chiesto se mi raccontavano la loro avventura! Sono stati gentilissimi perché hanno accettato subito la mia proposta con molto entusiasmo!

I miei amici, ormai maldiviani, all’inizio non avevano scelto le Maldive come destinazione per cambiare vita ma lo Sri Lanka, perché Francesco lo sportivo della coppia, ci andava spesso a fare surf! Durante un viaggio in Sri La, avevano trovato una villetta da gestire, dopo vari accordi presi e quasi pronti per la firma definitiva, gli avvocati Srilankesi duplicarono il prezzo. Non d’accordo e avendo altri contatti cambiarono la loro destinazione, scegliendo le Maldive. Una volta visto il terreno, pagato il primo affitto avevano già il contratto in mano per un anno! Sono stati i primi a costruire sull’Atollo di Thulusdhoo.

Mi sono però da subito chiesta prima cosa facessero in Italia per prendere e lasciare tutto, ed ecco svelato il segreto. Giacomo era un maitre, ha lasciato il lavoro che amava e il tempo indeterminato per questa nuova avventura (logicamente andando contro a tutti, la mamma compresa), mentre Francesco ha ancora un agriturismo in Italia lasciato in gestione alla famiglia!

Ed eccoli qua oggi, belli, abbronzati e per nulla stressati!

giacomo e fra

Ho chiesto loro, quando si può andare alle Maldive? La risposta è chiara: sempre! Da fine Novembre a fine Aprile è il periodo migliore. Tutto l’anno è possibile, la temperatura dell’acqua è intorno ai 32 gradi e c’è sempre caldo! Anche la pioggia regala ai viaggiatori degli scenari spettacolari, con dei colori unici!

Anche ( ma non solo) per il nostro clima, a Francesco e Giacomo l’Italia non manca proprio. Da quando la loro vita è cambiata passano le giornate a gestire la loro guest house, far felici gli ospiti organizzando escursioni, gite in barca e facendo snorkelling. Come trascorrono le serate? Guardando le stelle.

La cosa che amano di più è la pace che si respira alle Maldive e sicuramente il mare, che ne fa da padrone con i suoi colori inimitabili. L’unica pecca,  se proprio devono trovarne una,mi dicono siano i Maldiviani perché sono lenti e poco affidabili :)

foto pesci maldive

La Guest House Samura Maldives è anche la loro casa. Una meravigliosa struttura costruita in legno e vetrate grandissime per ammirare il panorama a tutte le ore del giorno. Il legno utilizzato è indonesiano proveniente dal Borneo, anzi mi raccontano che sono venuti proprio gli stessi indonesiani a costruire il tutto. C’è un grande living dove si mangia tutti assieme e si passa le serate in compagnia di musica e risate, gli ospiti diventano parte di una grande famiglia. Ci sono tre camere molto grandi con bagno privato, aria condizionata pronte ad accogliere gli ospiti (  è una struttura ideale anche per le famiglie con bambini infatti c’è tutto il necessario anche peri loro).

Se si parte dall’Italia già con un gruppo di amici, o tre coppie per esempio si può prenotare l’intera struttura e vivere per una settimana in una casa alle Maldive e non in un hotel con altre persone. Per gli amanti del cibo, non preoccupatevi c’è un bravissimo chef che pesca il pesce freschissimo ogni giorno e lo cucina sulla spiaggia!

camera e bagni guest house

Mi ha colpito molto l’ultima frase del loro racconto, dove si percepisce davvero l’essenza delle Maldive. Mi scrivono che la cosa più bella è il mare e la pace che si respira in ogni momento della giornata. Svegliarsi ogni giorno sulla spiaggia con le palme e ammirare il tramonto infuocato ogni sera. Non esiste lo stress per cosa indossare, in questo angolo di paradiso, si è sempre scalzi per sentire la sabbia fresca sui piedi.

foto tramonto maldive

I miei amici non sanno ancora bene cosa la vita gli riservi, sicuramente vivranno alle Maldive per i prossimi dieci anni, poi costruiranno qualche nuova casa in giro per il mondo. Mi svelano un segreto: l’Indonesia forse sarà la loro prossima destinazione! Si fermeranno mai ? Non credo proprio !

Spero di avervi fatto sognare con questa particolare e affascinante storia. E voi, avete qualche curiosità da chiedere su questi Atolli e questa destinazione da sogno?

Grazie Francesco e Giacomo per avermi raccontato la vostra storia, mi avete fatto innamorare di questo angolo di mondo! Non vi libererete di me, perché spero presto di venirvi a trovare alle Maldive, aspettatemi.

foto maldive spiaggia

 

Maldive, Tramonto, Sei Senses Laamu, Laamu

Elena

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...

4 Risposte

  1. loretta ha detto:

    Bellissimo racconto che ci fa sognare, fra pochi giorni proverò questa nuova struttura con i ragazzi che virtualmente mi hanno già. Conquistata ps. Elena sei stata anche a keyodhoo?

  2. laura9 ha detto:

    io sono tornata da thulusdhoo e appunto da villa samura da alcune settimane…che spettacolo! L’isola ospita un paese e un migliaio di abitanti locali, un mini ospedale, la fabbrica della coca cola (che è visitabile gratuitamente) qualche negozietto di souvenir e mini market, una scuola e alcune guesthouse. La più bella è Samura, 3 camere, e la nuova ala MetHouse, altre 5 camere, tutte in legno, essenziali ma chic, affacciate direttamente sulla spiaggia. Si mangia o all’interno nell’ampio living o all’aperto su tavoli bassi comodamente seduti su cuscini. Francesco Giacomo e Matteo hanno il tocco magico di far sentire gli ospiti come a casa, in famiglia, si diventa tutti amici durante il soggiorno, si condividono le gite in barca scoprendo le meraviglie marine del posto, snorkeling, lingue di sabbia, isole disabitate, delfini, tartarughe.. la sera si chiacchiera sotto le stelle o si passeggia per le stradine del paese e un gelato.. e poi è di nuovo mattina pronti per un’altra giornata fantastica!

    • Elena Romanelli ha detto:

      Grazie Laura! sei stata gentilissima a descrivere così nei minimi dettagli questa tua fantastica vacanza con utilissimi consigli! Si percepisce proprio che è stata una vacanza perfetta!! Mi hai fatto sognare e fatto venir ancora più voglia di andarci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *